16.2 C
Milano
domenica, aprile 30, 2017

Tante persone vicine alla nostra realtà ecclesiale ci chiedono “perché vi chiamate Anglo Cattolici?”. Prima di tutto vogliamo mettere in evidenza che “siamo in comunione con una Chiesa Anglicana (non ufficiale)”. La seconda questione è del tutto teologica. La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica celebra i sette sacramenti, come la Chiesa Cattolica Romana. Il termine “Cattolica o Cattolico” è stato inserito nella nostra denominazione per rendere più chiara la nostra appartenenza di fede.

Essere cattolici non vuol dire appartenere obbligatoriamente alla Chiesa di Roma, ma il suo significato è molto più grande, cioè “essere membri dell’Unica Chiesa Universale di Cristo”. Il termine “Cattolico o Cattolica” viene usato da tutte le religioni cristiane di tradizione episcopale, come ad esempio: Ortodossi, Cattolici Romani, Cattolici Evangelici, Luterani, Cattolici Indipendenti e moltissime altre denominazioni religiose. Il nostro essere di tradizione “Anglicana” è dovuta dalla nostra Successione Apostolica, ma soprattutto dalla nostra teologia, molto più vicina all’Anglicanesimo.

La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica professa il suo essere “Cattolico” perché è il nome della Chiesa di Cristo alla quale appartiene, insieme (anche se non in comunione) con la Chiesa cattolica, la Chiesa ortodossa e altre chiese che mantengono la successione apostolica. La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica celebra con simili o uguali rituali, professa e celebra gli stessi dogmi della Cattolicesimo Romano moderno. La similitudine tra la Chiesa Cattolica Romana e la Chiesa Cristiana Anglo Cattolica si può ben comprendere dalla celebrazione dei sette sacramenti, la transustanziazione, la devozione a Maria e ai santi e dalle vesti liturgiche.

La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica non è parte del Cattolicesimo Romano. Questo si può ben notare dai nostri “Statuti, Regole e Diritto Canonico” profondamente diverso dalla Chiesa Romana. La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica, mantenendo questo rapporto con la Comunione Anglo-Cattolica ed Evangelica, tramite il Santo Sinodo dei Vescovi si decise d’inserire un nuovo ordine non presente nella giurisdizione Cattolica Romana, cioè il “Pastore della Parola”.

Come Chiesa Cristiana Anglo Cattolica, abbiamo dato molto valore alla Chiesa indivisa dei primi mille anni. La nostra chiesa si rifà alle prime comunità cristiane e alle chiese Anglo Cattoliche esistenti, professando il nostro essere “evangelici nello spirito” e cattolici nella forma e nel contenuto. Come tutti gli Anglo Cattolici, la nostra spiritualità proviene essenzialmente dalla Chiesa Antica dei primi mille anni, tramite i primi sette concili. Sono molti che ci attaccano su questo punto, perché non crediamo nei concili successivi al settimo.

La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica, vuole seguire tutti gli insegnamenti della Chiesa Antica, ma vive anche nel mondo odierno. Come Chiesa, crediamo che tutto debba essere più chiaro, riformato e soprattutto trasparente. I concili successivi al settimo (non tutti) introdussero moltissime cose errate, non bibliche e tante volte eretiche. La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica vuole mantenere quella purezza di fede, tramandata dalla Chiesa Indivisa dei primi mille anni. Come Vescovi, manteniamo una stretta unione con la Chiesa Anglicana, tramite la Successione Apostolica dell’Arcivescovo di Canterbury Matthew Parker.

La nostra teologia, il nostro modo di essere e di fare, il nostro diritto canonico, si avvicina molto di più alla Chiesa Anglicana. Questo non vuol dire che la Chiesa Cristiana Anglo Cattolica rigetta gli insegnamenti della Chiesa Romana, anzi al contrario, l’ascoltiamo con moltissimo interesse. Come Chiesa Cristiana Anglo Cattolica, crediamo e pensiamo d’aver mantenuto intatta la nostra cattolicità e apostolicità, avendo mantenuto la Successione Apostolica e i tre ordini.

La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica si rifà alle convinzioni universali Anglo Cattoliche mondiali, cioè:

  • Non ci sono prove nella Scrittura che Cristo abbia conferito tale potere a Pietro;
  • Non vi è alcuna prova che san Pietro abbia rivendicato tale potere per sé e per i suoi successori;
  • San Pietro ha sbagliato in una importante questione di fede in Antiochia riguardante la convivenza di Ebrei e Gentili e che interessava il futuro dell’intera Chiesa, errore corretto da San Paolo;
  • Lui non ha presieduto al primo concilio di Gerusalemme;
  • E’ stato vescovo ad Antiochia, prima di esserlo a Roma, dunque se fossero vere le affermazioni papali, Antiochia avrebbe più diritto di Roma;
  • Il fatto che san Pietro risedette a Roma è ancora oggetto di dispute, e costituisce un interessante problema storico;
  • Non vi è alcuna prova che lui abbia conferito tali poteri ai suoi successori nella Sede di Roma;
  • Non c’è mai stata un’accettazione di tali privilegi dalla Chiesa primitiva, e non c’è mai stata un’accettazione universale nelle epoche successive.

Questo è quello che ci divide dalla Chiesa Cattolica Romana. Come tutti gli Anglo Cattolici, manteniamo uno stretto legame con il Cattolicesimo Romano, tramite la Santa Messa, i sette sacramenti e tramite il sacerdozio sacramentale.

Ci sono punti che distinguono la nostra Chiesa dal Cattolicesimo Romano. Quello che noi riteniamo più importante, oggetto di divisioni è il “Celibato del Clero”. La Chiesa Cristiana Anglo Cattolica, si avvicina molto di più alla fede Anglicana, che ritiene il celibato del Clero “Non obbligatorio, accettando in pieno il matrimonio dei sacerdoti e prelati”.

AGENDA APPUNTAMENTI